“Una marina di libri”, nona edizione del festival del libro di Palermo

di Giusi Mangione

 

Giovedì 7 giugno 2018 alle ore 17, nel suggestivo scenario dell’Orto botanico dell’Università degli Studi di Palermo, verrà inaugurata la nona edizione di “Una marina di libri”, festival del libro di Palermo, promosso da CCN Piazza Marina & Dintorni, Navarra Editore e Sellerio.
In otto edizioni “Una marina di libri” è diventato il maggiore appuntamento letterario della Regione e del Sud Italia, ha conquistato un posto centrale nel panorama culturale italiano e ha consolidato la sua posizione tra le fiere dedicate al mondo del libro e soprattutto nel cuore del pubblico. La rassegna ha ospitato, negli anni, migliaia di visitatori – 30.000 nell’ultima edizione – più di 130 case editrici da tutta Italia, scrittori nazionali e internazionali, musicisti, artisti e operatori culturali di grande fama, per una vera e propria festa della lettura e della parola.
L’edizione 2018 che si svolgerà dal 7 al 10 giugno, tratterà il tema dell’oralità e non a caso la manifestazione verrà aperta e chiusa da due “cantori” d’eccezione: Mimmo Cuticchio e Stefano Benni.
“Cucitor di canti” è un verso di Pindaro, l’antico aedo che narrava oralmente le storie a stretto contatto con il pubblico, da qui nacque la

edizione 2017

scrittura – spiega Piero Melati, direttore artistico della manifestazione – abbiamo scelto questo tema perché rappresenti un inizio, un tentativo di ricominciamento, nel contatto diretto, per ridare espressione e importanza alla parola, scritta e orale”. All’interno della suggestione dell’oralità ci saranno quattro direzioni tematiche, con vari appuntamenti riuniti da un identico titolo e da un colore e di cui alcuni autorevoli personaggi si faranno portavoce: il noir (“Le forme del giallo”, colore giallo) narrato da Alicia Giménez Bartlett, il gotico (“Gotica”, colore nero) con Pupi Avati, i grandi maestri del sapere (“Maestri e ribellioni”, colore rosso) raccontati da Enrico Deaglio, Adriano Sofri e Giuseppe Tornatore, i segreti dell’Orto botanico (“Il cammino verde”, colore verde) svelati dai suoi esperti.
Immancabile l’appuntamento con la rassegna “Gli scrittori che ci mancano”: Alessandro Leogrande raccontato da Evelina Santangelo, David Foster Wallace raccontato da Francesco Pacifico, Giorgio Manganelli raccontato da Andrea Cortellessa e Salvatore Silvano Nigro, Natalia Ginzburg raccontata da Sandra Petrignani, a cui si affianca quest’anno la nuova rassegna “Women in love” su Emily Brontë, Mary Shelley e Virginia Woolf, ideata da Sara Scarafia con Ginevra Bompiani, Chiara Valerio, Giorgio Vasta e Tommaso Ragno.
Infine il gruppo Billy – Il vizio di leggere terrà il proprio raduno nazionale durante il festival proponendo una rassegna di incontri con Javier Arguello, Orazio Labbate e un dibattito su “Il sale” di Jean-Baptiste Del Amo, vincitore dell’edizione 2018 di Modus Legendi.
Grande attenzione anche per l’attualità e, nell’anno di Palermo Capitale italiana della cultura 2018, alla nostra città e ai suoi personaggi del passato. Da Raimondo Lanza, l’ultimo gattopardo, all’epistolario di Lia Pasqualino Noto presentato da Dacia Maraini; da Fiammetta Borsellino che parlerà ai giovani della città di giustizia e ricerca della verità, dagli autori in divisa proposti dalla Questura in dialogo con Giuseppina Torregrossa e Daniele Billitteri, fino ad arrivare al 40esimo anniversario della morte di Peppino Impastato ricordato con un omaggio speciale curato da Navarra Editore.
Oralità è anche musica con Olivia Sellerio, The Brass Group, gli artisti di Almendra, Roberto Soldatini animeranno le serate di Una marina di libri 2018; teatro con Peppe Servillo che leggerà la saga de I bastardi di Pizzofalcone di Maurizio de Giovanni, l’Antigone di Gianpaolo Bellanca e Myriam Leone; arte grazie al fitto calendario di eventi promossi dalla Accademia delle Belle Arti di Palermo e solidarietà grazie al contributo di Medici senza frontiere, Amnesty, Sos Mediterranèe
Infine, La libreria Dudi curerà, per il quarto anno consecutivo, un ricco programma dedicato ai bambini e alle bambine, alle famiglie e agli operatori culturali con la presenza dei maggiori illustratori, autori e esperti di letteratura per l’infanzia.

edizione 2017

“Una marina di libri” è un festival che si pone un obiettivo, grande ma necessario e irrinunciabile: quello di confermarsi un festival inclusivo per tutti, in modo particolare per le persone con disabilità. Infatti presta particolare attenzione a questo aspetto che viene curato in collaborazione con alcune associazioni di volontariato.
Quest’anno saranno presenti 97 editori che contribuiranno con le loro ultime pubblicazioni e numerose presentazioni ad un programma di oltre 300 eventi per 4 giorni tra libri, letture e musica.

Il programma completo

 

Foto di Azzurra De Luca

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.