Università, convegno su Nutraceutica Alimentazione e Salute, focus su Salute in Gravidanza

di Giuseppe Spano’

Si parlerà di nutraceutica, alimentazione e salute al convegno che si svolgerà domani 11 (14.00-19.00) e sabato 12 maggio (9.00-13.00), nell’aula magna dell’Università degli Studi di Messina (Rettorato), alla presenza di numerosi esperti del settore.

Il convegno, organizzato dal Dipartimento di Scienze Biomediche e Odontoiatriche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali dell’Università di Messina e dall’Unità di Farmacologia Clinica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Policlinico G. Martino”, ha come responsabile scientifico il prof. Gioacchino Calapai, ordinario di Farmacologia.

I nutraceutici, con i principi in essi contenuti, sono quelli alimenti che una volta ingeriti possono produrre effetti benefici sulla salute. Il termine “Nutraceutica” è un neologismo coniato dal dott. Stephen DeFelice nel 1989, composto dalle parole “nutrizione” e “farmaceutica”.

La nutraceutica è oggi in grande sviluppo a livello mondiale e sta man mano assumendo la dignità di una disciplina. Si tratta dello studio sugli estratti di piante, animali, minerali e microrganismi, impiegati come nutrienti isolati, supplementi o diete specifiche. Essa indaga sui componenti e i principi attivi degli alimenti con effetti positivi per la salute, la prevenzione e il trattamento delle malattie. La maggior parte dei nutraceutici ha origine vegetale e si trova nella frutta e nella verdura, come fibre, proteine di soia, fitosteroli e polifenoli. I prodotti nutraceutici sono immessi sul mercato come integratori alimentari. Sono spesso pubblicizzati per i loro effetti benefici per la salute, in particolare nel campo della prevenzione e nella cura delle malattie croniche; tuttavia, questi effetti devono essere rigorosamente dimostrati con appropriati studi, sperimentali e clinici. È infatti fondamentale sgombrare il campo dalle approssimazioni ed approcciare l’argomento nutraceutica con la scientificità e il rigore che merita. Attraverso l’istituzione ed il coordinamento di programmi scientifici mirati, mettendo in contatto studiosi di discipline diverse, è possibile stimolare l’attività scientifica e formativa in questo campo. Un campo affine e contiguo alla nutraceutica è quello dell’alimentazione. L’alimentazione occupa un ruolo decisivo per il nostro benessere e il mantenimento della salute. Una scarsa attenzione all’alimentazione influenza negativamente la qualità della vita. Inoltre, l’informazione sul rapporto tra cibo e salute è spesso inesatta o retorica, vittima di luoghi comuni o degli interessi di parte dei produttori e dei media. Ed è qui che entra in gioco la formazione, sia nel campo della nutraceutica che dell’alimentazione. Più specificamente nel campo della nutraceutica, un’informazione che riesca a fornire il razionale dell’uso di determinati alimenti o dei composti di loro derivazione nei prodotti nutraceutici immessi nel mercato.

Il ruolo della Nutraceutica diventa quindi decisivo per chi vuole conoscere nel dettaglio cosa succede veramente quando assumiamo sostanze che integrano la nostra dieta, quali principi si attivano e con quali conseguenze reali sulla nostra salute. Nutraceutica significa anche riconoscere, attraverso una rinnovata relazione tra biologia, chimica e medicina, lo stretto rapporto che esiste tra le nostre abitudini alimentari e la nostra salute.

Nel corso del convegno, evento conclusivo del progetto denominato FITOVIGGEST, finanziato dall’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia, durante il quale verranno illustrati i risultati di un’indagine durata circa 3 anni sugli effetti degli integratori alimentari assunti nel corso della gravidanza. Tale evento sarà l’occasione per approfondire e dibattere i principali temi che riguardano il mondo dei nutraceutici e dell’alimentazione per la salute.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.