“Volevo essere Maradona”, la presentazione del nuovo romanzo di Valeria Ancione

Giovedì 20 giugno alle 18.30 nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, nel corso di un incontro promosso dalla Libreria Bonanzinga, verrà presentato il libro di Valeria Ancione “Volevo essere Maradona”, edito da Mondadori.

Converserà con l’Autrice la giornalista Rosaria Brancato.

Alcuni brani saranno letti da Alice Grilli.

L’autrice, tra realtà e finzione, ci accompagna nella vita di una ragazza che ha fatto del calcio la sua più grande avventura. Il racconto di un sogno straordinario, la prova che sulle ali di un sogno chiunque può volare. «Il calcio per me è amicizie che durano nel tempo, amori, città, viaggi, sfide, impegno, solidarietà, condivisione, partecipazione, priorità, uguaglianza. Non ha confini. È un istinto primario. Ma essenzialmente è la mia vita. A otto anni volevo già essere Maradona – racconta Valeria Ancione – sono diventata Patrizia Panico, ma prima di tutto sono stata Bruscolo. E questa è la mia storia.»
Il pallone si trasforma in ali, le ali della mia felicità, e io so che posso volare.
Non è facile la vita se sei femmina fuori e calciatore dentro. Patrizia però ha talento da vendere, non demorde e imbraccia il suo pallone come uno scudo, senza fermarsi davanti a niente e nessuno: né davanti alla madre, che le ripete di continuo di scendere dalle nuvole e studiare, né davanti ai ragazzi della borgata, convinti che una femmina non possa giocare a calcio. Grazie alla sua tenacia entra in una vera squadra e, di sfida in sfida, il suo sogno spicca il volo, portandola lontano, tra serie A e Nazionale. Patrizia però non dimentica mai il vero significato che ha per lei il pallone: è un rifugio, un amico fidato, un’ancora di salvezza negli anni dell’adolescenza. In una parola: è tutta la sua vita.

L’Autrice: Valeria Ancione
Nata a Palermo nel 1966, si è laureata in Scienze Politiche a Messina, vive a Roma dal 1989.
Giornalista professionista al “Corriere dello Sport”, si è occupata per anni d basket prima di passare al calcio femminile che considera, fuori gioco a parte, lo sport più bello del mondo, “elemento magnetico di aggregazione, partecipazione, condivisone e umanità”. E’ sposata e ha tre figli. Volevo essere Maradona è il suo esordio nella narrativa per ragazzi. Per Mondadori ha pubblicato nel 2015 La dittatura dell’inverno.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.